Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Tomb Raider 2018: Alicia Vikander la meglio Lara Croft

Onestamente, quando nel 2015 o giù di lì si cominciò a parlare di questo nuovo film basato su Tomb Raider, le mie aspettative non è che fossero proprio altissime al riguardo, eh. O meglio, già di per sé non è che lo siano in altri casi, ma tant’è. Quando si tratta di adattamenti, adattamenti basati su videogames, allora si schiantano direttamente. Per non parlare poi, quando nel 2016 venne confermata Alicia Vikander come Lara Croft in questo Tomb Raider 2018.

Ora per carità, Alicia Vikander è una bravissima attrice. Niente da dire. In Ex Machina di Alex Garland in cui interpreta l’androide Ava, è fantastica. Oh, e non dimentichiamoci che s’è beccata pure un Oscar per The Danish Girl, eh. Però, nei panni di Lara Croft, personalmente, non ce la vedevo proprio. Come vedere Al Pacino in un cinepanettone, insomma.

Alla fine ieri, equipaggiato con tutto l’armamentario di meh, ‘nzomma e va be’,  mi so’ andato a vedere ‘sto Tomb Raider 2018 e…? Incredibilmente, m’ha ridato un pizzico di fiducia nei confronti dell’umanità.

Tomb Raider 2018 film con Alicia Vikander confronto con Tomb Raider videogame del 2013

Innanzitutto, andiamo n’attimo con ordine. Siccome dopo ‘na ventina d’anni quasi, i giochi della serie Tomb Raider ormai non andavano più da nessuna parte (se non giù per lo scarico), la Square Enix che s’era comprata tutta la baracca, decise di ricorrere all’arma segreta di Hollywood.

Ovvero, un bel reboot con le dita nelle orecchie lalalala-non-ti-sento, che ignorava tutti gli altri giochi. Quindi, nel 2013 uscì questo nuovo (ennesimo) capitolo chiamato semplicemente Tomb Raider. Questo Tomb Raider 2018 quindi, altro non è che l’adattamento di questo, diciamo nuovo universo di Lara Croft.

Tomb Raider 2018 film con Alicia Vikander recensione

Essenzialmente, salvo giusto alcuni dettagli, la trama è pressoché uguale. Nel film, Lara Croft (Alicia Vikander) non si rassegna ad accettare l’idea che suo padre, Lord Richard Croft (Dominic West) sia morto. Nonostante siano già passati sette anni dalla scomparsa. Perciò, continua a rifiutare di firmare i documenti testamentari che la renderebbero de facto, l’unica proprietaria dell’impero finanziario Croft.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Nel frattempo continua a sperare nel ritorno del padre, anziché vivere nel lusso accecante coi fantastiliardi che potrebbe mettersi in saccocia, tira a stento avanti con gli spicci che si guadagna come pony-express in bicicletta. Tuttavia, a seguito di un incidente con la polizia, viene arrestata.

Una volta pagata la cauzione, Ana Miller (Kristin Scott Thomas) alta dirigente e tutrice di Lara, gli fa presente che se la ragazza non si dà ‘na spicciata a firmare le carte, perderà ogni cosa. Ed è peccato poi, eh. Così, alla fine Lara si decide a firmare i documenti che dichiarano ufficialmente defunto il padre, rivendicando il patrimonio Croft. E qui la svolta.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Nel testamento ufficiale, Richard Croft aveva lasciato una specie di rompicapo alla figlia. Il quale, una volta risolto, dà modo a Lara di accedere al suo, come dire… ufficio segreto, insomma. Una volta qui, anziché il business-man che credeva, Lara scopre che il padre era in realtà un predatore di tombe.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Ossessionato dall’occulto in tutte le sue forme, l’ultima spedizione di Richard riguardava la localizzazione della tomba della leggendaria regina Himiko. La quale, imperatrice del mitico Regno Yamatai nonché sacerdotessa di un culto sanguinario, si diceva fosse una strega dagli enormi poteri. In grado di togliere la vita col solo tocco delle mani.

Richard, spaventato dopo aver scoperto la verità su Himiko, vorrebbe che le sue ricerche venissero distrutte. Invece Lara, di tutto punto si mette, e si dirige verso il Triangolo del Drago nel Mar del Diavolo, al largo della costa del Giappone. Sperando in questo modo, di scoprire la verità su cosa sia successo al padre sette anni prima.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Fondamentalmente, questa è la trama di ‘sto Tomb Raider 2018. Accattivante, certo. Affascinante, sicuramente. Ma di certo, nulla di eclatante in fin dei conti. Visto che il mistero, in sé non gioca un ruolo fondamentale ma altro non è, che lo sfondo di una storia che si concentra su tutt’altro.

A essere onesti, di problemi ce ne so’ abbastanza. In primo luogo, una cosa che m’irrita particolarmente: una cosa che io chiamo “schiaffo d’attenzione”. In altre parole, mi riferisco a quel fastidioso riprendere in continuazione lo spettatore. Ripetendogli la storia ogni 3×2, diventata idiolettica quasi, del cinema moderno.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Per capirci, Tomb Raider 2018 si apre con la voce narrante di Richard Croft, che su ‘no slide d’immagini particolarmente evocative, narra la leggenda della regina Himiko. Ok, va bene. Ci sta. Fino a quando almeno, la stessa identica storia, non mi viene spiegata di nuovo paro paro durante il film. Personalmente, detesto ‘sta cosa. Ché dà l’impressione di dover far contento a tutti i costi anche l’ultimo zoticone rumina-popcorn. Per farlo uscire dal cinema contento di aver capito la storia. Nonostante fosse impegnato a contare le pecore.

Anche la gestione dei personaggi di supporto, non è certo il massimo. Anzi. In primis, Richard Croft, che m’ha schifato tantissimo il come è stato utilizzato a un certo punto (non posso dire il perché, altrimenti sarebbe un brutto spoiler). Però, sul serio: cosa più idiota, era difficile da fare.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Inoltre, in questo Tomb Raider 2018, come spalla Lara c’ha il marinaio cinese (ma guarda un po’) Lu Ren (Daniel Wu). Anche lui sfruttato malissimo. Messo in secondo piano troppo presto, quando poi, un paio di sequenze in più avrebbero sicuramente giovato. Non solo a lui come personaggio; ma a tutto il resto del film.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Sorvolando su questi e altri problemucci qui e là, dicevo all’inizio anche un’altra cosa: ovvero che ‘sto film, m’ha ridato un po’ di fiducia nell’umanità. Innanzitutto, la prima cosa su cui mi so’ dovuto ricredere, è Alicia Vikander. Vero che non c’ha, come dire… quelle armi d’allattamento di massa che negli anni, era diventata prerogativa (poi ridimensionata comunque) del personaggio. Tuttavia, la Vikander è una Lara Croft assolutamente eccezionale.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Non intendo solo per come abbia caratterizzato il personaggio. Di come sia riuscita a trasmettergli una realistica personalità, facendo uscire Lara dalla monodimensionalità tipica delle sagome di cartone. Piuttosto, è la fisicità che riesce a trasmettere la cosa che m’ha sorpreso tantissimo. Ogni volta che Lara si ferisce, si schianta a terra o s’accartoccia contro qualunque altra cosa. Ogni volta che si prende un papagno in bocca o risolve un situazione, la Vikander trasmette tutto in maniera viscerale.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Naturalmente, non voglio dire che ‘sto Tomb Raider 2018 sia realistico, nel senso stretto del termine, eh. Ci mancherebbe. Però, come nel gioco uscito nel 2013, pone l’accento sulla crescita del personaggio. Sottolineando molto la dicotomia che c’è fra una donna così piccola alle prese con un mondo così grande. Ovviamente, è ‘na cosa piuttosto marginale, ma in ogni modo mi fa piacere che ci sia.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Anche Walton Goggins, che nel film interpreta il villain di turno Mathias Vogel è stato eccezionale. Di norma, i personaggi come il suo, considerando i film in cui appaiono, al massimo riescono a essere archetipi ai limiti del cliché. Invece, il Vogel di Goggins è… umano. Ha motivazioni plausibili che lo spingono ad agire in un certo modo. D’altro canto, non poteva essere altrimenti. Visto che la sceneggiatura di Geneva Robertson-Dworet e Alastair Siddons, anziché sull’avventura, si concentra maggiormente sul melodramma familiare al centro della storia.

Tempo fa, nelle due righe su Lara Croft: Tomb Raider, il film con Angelina Jolie nei panni di Lara Croft se non fosse chiaro, dicevo essenzialmente due cose. Ovvero, quanto quel film facesse incredibilmente pena sotto qualunque punto di vista. Ma poi, paradossalmente, quanto in realtà, proprio in virtù della sua “anima di plasticaccia vuota”, fosse anche uno dei migliori blockbuster di sempre.

Tomb Raider 2018 Alicia Vikander

Capiamoci: il punto in effetti, è molto semplice. Lara Croft: Tomb Raider, non fa altro che ripetere esattamente la stessa formula del videogame. Che in fin dei conti, altro non era che ‘na questione di salta lì, corri là e spara qua. Ecco, il film te la riproponeva paro paro, senza farne mistero. Senza nascondersi dietro a nulla. Anzi. Al contrario te lo schiaffa in faccia senza troppi giri di parole.

Tomb Raider 2018, fa esattamente la stessa cosa; ma con un’aggiunta. Anzi, due. Dalla sua, c’ha un cast composto d’attori che si sforzano di fare il loro mestiere. Che non si limitano cioè, a mettersi in posa e basta. Ma sopratutto, sopratutto e ripeto ancora sopratutto, finalmente vedo un adattamento fedele. Un adattamento, non un collage di robe con nomi protetti da copyright.

Nel film ci sono molte sequenze d’azione, e il regista Roar Uthaug fa un bel lavoro. Adotta spesso le stesse prospettive da e del videogame. Molto… cinetico, quando riprende la Vikander da angolazioni sia basse che alte, oppure dalla prospettiva a spalla. Tuttavia, non c’è mai quella sgradevole impressione di guardare ‘na cosa che non c’ha nulla a che spartire col materiale da cui è tratto.

Insomma, hai giocato Tomb raider? Se ti guardi il film vedi il mondo di Tomb Raider. Già solo questo, basterebbe a fargli meritare quelle dieci carte per andare al cinema, secondo me.

Detto questo, credo che anche per oggi sia tutto.

Stay Tuned ma sopratutto Stay Retro.

 

Tomb Raider 2018

Regia: Roar Uthaug

Produzione: Graham King

Sceneggiatura: Ginevra Robertson-Dworet
Alastair Siddons

Storia: Evan Daugherty
Ginevra Robertson-Dworet
basato su Tomb Raider
di Crystal Dynamics

Starring: Alicia Vikander
Dominic West
Walton Goggins
Daniel Wu
Kristin Scott Thomas

Casa di produzione: Metro-Goldwyn-Mayer
Warner Bros. Pictures
GK Films
Square Enix

Distribuzione: Warner Bros. Pictures

Data di uscita: 16 Marzo 2018

Summary
Review Date
Reviewed Item
Tomb Raider 2018
Author Rating
31star1star1stargraygray

Retronauta

Il Sotterraneo è la casa del Retronauta, il tuo amichevole ricordatore di quartiere.

One thought to “Tomb Raider 2018: Alicia Vikander la meglio Lara Croft”

Rispondi