Street Fighter II the animated movie

Street Fighter II – The Animated Movie

Da Street Fighter II, è stata tirata fuori veramente un fottìo di roba. Così tanta, che ‘sta cosa c’ha veramente dell’incredibile. Tanto per, qualche tempo fa, tirai giù due righe appunto su tutta la paccottiglia ricavata in trent’anni di Street Fighter. Tra le millemila versioni di Street Fighter II, fumetti e merchandising vario, quella è solo la punta del proverbiale iceberg. De facto, tralasciai tutti quei “giochi come Street Fighter II” (leggi volgari copie). Le action figures e, fra le varie, pure i film d’animazione. Perché, insomma, tali monumentali strizzate fino a cavarci il sangue dalle mammelle della consueta vacca grassa, so’ più uniche che rare.

C’è stato un tempo però, in cui tutto questo non era ancora avvenuto. Un tempo in cui tutto era più semplice: erano uscite “solo” cinque varianti dello stesso gioco, qualche manga e un po’ di merchandising d’ordinanza. Era il 1994; e fu in quest’anno che uscì “Street Fighter II – The Animated Movie”. Semplicemente, l’unica cosa ad aver mai reso realmente giustizia a Street Fighter videogame. Solo che, riguardandolo adesso, m’è sorto un dubbio: cioè, sto vedendo un film oppure sto ficcando duecento Lire a nastro nel cabinato?

Street Fighter II movie

Ora, partiamo da questo presupposto: personalmente, non riesco a immaginare un opening più infognante di così per un film. Sul serio. Scorci di un cielo buio in tempesta, aggressivo riff di chitarra elettrica, batteria che ricorda i battiti di un cuore.

Street Fighter II the animated movie

Nel frattempo tutto questo, a menarsi come se non ci fosse un domani, ci sono Ryu e Sagat. Al di là del fatto che, da sola, ‘sta sequenza di combattimento dura oltre cinque minuti, la trovo fantastica a parte per la coreografia, per due motivi in particolare.

Street Fighter II the animated movie

Innanzitutto, mentre si menano, i personaggi tirano fuori i loro “colpi speciali”; vedi ad esempio Sagat che lancia il “Tiger Shot”.

Street Fighter II the animated movie

E senza che la facciamo più lunga del necessario, alla fine, Ryu dopo averlo beccato con uno Shoryuken che gli provoca la famosa cicatrice sul petto, mette col culo a terra Sagat. Che invece di arrendersi, si lancia alla cazzomannaggia e viene asfaltato definitivamente con un hadoken in faccia.

Come dicevo più su, tutto questo mi piace particolarmente, in primis per le musiche. Capiamoci un attimo: Street Fighter II Movie è uscito in Giappone nel ’94, ok? In America e poi Europa, circa due anni dopo; mese più mese meno. ‘Sta cosa la sto dicendo non per sottolineare il gap dell’uscita. Bensì, perché le due versioni utilizzano una soundtrack totalmente diversa l’una dall’altra. Da un lato, c’è la versione Jap con le tipiche musiche da anime anni ’90 che, fatte alcune e dovute eccezioni, ho sempre trovato elettrizzanti come le musichette da ascensore. Mentre la versione U.S.A. usa un mix di hard rock, grunge ed elettronica che, a mio avviso, è molto più adatta all’intero contesto.

Street Fighter II the animated movie

A ogni modo, fine del combattimento, Ryu vincitore, stacco. L’azione si sposta verso un contesto più “urbano”. Con addosso una mantellina di color rosso emicrania, proprio di quelle per passare inosservati, vediamo Cammy che ammazza il primo ministro inglese (credo).

Street Fighter II the animated movie

Alla fine della fiera, viene catturata e, dopo più o meno un quarto d’ora di film, finalmente avanza quel pizzico di trama attiva che c’è. Infatti, Chun-Li, agente dell’Interpol, spiega con dovizia di particolari che Bison, il malvagio capo della Shadalaw (all’epoca indicata ancora come Shadaloo) sta reclutando forze armate fra gli Street Fighters di tutto il mondo.

E qui, c’è la seconda cosa che m’è piaciuta sin dal primo minuto di film, di cui parlavo prima. Forse in questo caso è un tantino “sopra le righe”, vedere un agente dell’Interpol vestita col costumino pseudo-cinese e i cazzilli in testa ma, almeno, io sto vedendo realmente i personaggi. Non è solo una questione di chara design; semmai, è come nell’insieme i personaggi risultino fedeli in toto, alle loro controparti mosse a gettoni. Cosa questa, tutt’altro che indifferente.

Street Fighter II film animazione

Com’è come non è, per la serie lupus in fabula, ci so’ Bison, Sagat Balrog e Vega insieme. Lo so, messa così pare ‘na barzelletta ma, in effetti l’unica cosa che si limitano a fare è questa: stare in posa plastica. Mentre lo scienziato malvagio di turno, spiega a Bison il funzionamento dei nuovi, fantastici cyborg della Shadowlaw. Che in sostanza, altro non sono che delle videocamere su due piedi.

Street Fighter II film animazione

Nel frattempo, direttamente da non so dove in provincia di che ne so, tanto che mi frega, c’è Ryu. Che sì, insomma… sta sbrigando i suoi affari da Ryu.

Street Fighter II film animazione

Così, tutto impegnato nelle sue cose da Ryu, gli parte il flashback; in cui vediamo i giovini Ryu e Ken allenarsi col maestro Goutetsu qui nel film, successivamente Gouken nella timeline ufficiale del videogame. E che in ogni modo, come sequenza non apporta assolutamente nulla ai fini della trama.

Street Fighter II film animazione

Stacco. Ryu si trova in Cina o giù di lì, penso. E viene invitato gentilmente in un dibattito fra gentiluomini da Fei Long, che c’aveva giusto la voglia di alzare le opinioni. Ah! Tra parentesi, nella versione Americana, Fei Long a quanto pare è doppiato da Bryan Cranston. Sì, Bryan Cranston cioè Walter White in Breaking Bad. Però, per una serie di magagne col sindacato dei doppiatori o ‘na cosa simile che, sinceramente non ho ben capito, è accreditato con lo pseudonimo di Phill Williams.

Street Fighter II film animazione

In ogni caso, le argomentazioni di Ryu si rivelano efficaci e inoppugnabili. Quindi Fei Long, muto. E scassato.

Street Fighter II film animazione

Stacco. Siamo in India (credo). In Street Fighter II Movie Akuma, come si può notare, è lanciatissimo nella sua carriera da libero professionista, nel settore della vendita al dettaglio di prodotti ortofrutticoli.

Street Fighter II film animazione

Al di là di questo, vengono introdotti altri due personaggi, ovvero Dhalsim e Honda. Anche loro impegnati in argute discussioni da club degli scacchisti. In sostanza, visto che indirettamente grazie a Ryu Honda vince l’incontro, i due fraternizzano.

Street Fighter II film animazione

Perciò, la trama va ancora un po’ avanti e arriviamo alla sequenza più fanservice di tutto il film: Chun-Li sotto la doccia.

Street Fighter II film animazione

La quale viene attaccata da Balrog (Vega da noi) mandato da Bison per ucciderla.

Street Fighter II film animazione

Realisticamente, non c’è molto altro da dire in merito. L’immagine la metto appunto, per puro fanservice.

Street Fighter II dilm animazione

Quindi, ripeto, arrivati a ‘sto punto non c’è molto altro da dire, visto che comunque gli ultimi venti minuti del film sono occupati dalla battaglia finale contro Bison. Perciò, passiamo direttamente a “La Domanda”: alla fine della fiera questo Street Fighter II The Animated Movie com’è?

Da un punto di vista prettamente “artistico”, visto come anime basato su un gioco di combattimento, dove perciò le sequenze di lotta sono fondamentali, è pressoché fantastico. I combattimenti nel film sono numerosi e ben coreografati. Infatti, ciò è dovuto anche al lavoro di Kazuyoshi Ishii fondatore del circuito K-1, che ha reso le scene quanto di più vicino possibile a un realistico incontro di arti marziali. Gli attacchi speciali poi, come Hadoken, Shoryuken, Sonic Boom e via dicendo, non vengono “sminchiati”. Anzi. Bensì, rappresentati come attacchi veramente rari e potenti.

Street Fighter film animazione

Al di là di questo, voglio riprendere n’attimo ‘na cosa che dicevo all’incipit: ovvero, il periodo d’uscita di questo film in cui tutto era più semplice. Allora, Street Fighter II Movie è stato realizzato molto tempo prima che gran parte della storia nei videogames venisse decisa e resa coerente. De facto, gran parte del film è costruito praticamente sulle bios dei personaggi disponibili all’epoca. Per capirci, c’hanno ficcato dentro tutti i personaggi apparsi fino a Super Street Fighter II Turbo; ma l’intera trama, si concentra solo su Ryu, Ken, Guile, Chun-Li, e Bison.

Ovvero, gli stessi personaggi ormai sfruttati fino all’osso da decenni. Il che, dal mio punto di vista, è solo il male minore. Capiamoci: siamo arrivati a Street Fighter 5 e tutti i tentativi fatti da Capcom d’inserire altri personaggi al franchise, hanno fatto ridere le papere. Questo perché, in più di vent’anni, la crescita, l’evoluzione di Street Fighter, è stata basata esclusivamente sull’aggiunta di personaggi, anziché su di una vera e propria trama.

Perciò, capisco che dal punto di vista del fan, Street Fighter II Movie infogni a bestia, d’accordo. Ma bisogna anche n’attimo approcciarlo con la giusta mentalità. In sostanza, la domanda che mi facevo all’inizio, quella in cui sto veramente guardando un film o sto a spendere monetine come un dannato, no? M’è salita proprio per questo: vent’anni fa, buttare giù due cazzatelle, costruite ad hoc, ci poteva anche stare. Ma in effetti, mi rendo conto che il film non ha una storia. Semplicemente, è più simile a un cluster di sequenze di lotta, piuttosto che a un film vero e proprio.

Per dire, potrei eliminare perfettamente il 70% delle sequenze, e nonostante ciò non cambierebbe nulla. Cioè, vedi lo scontro tra Zangief e Blanka. Oppure l’apparizione di DeeJay. O magari ancora l’incontro tra Ryu e Fei Long. So’ tutte cose che, anche eliminandole, non cambierebbero assolutamente nulla nell’economia della situazione. Ora, questo è anche vero, d’accordo. Com’è vero che, Street Fighter II funziona bene. Dannatamente bene.

È ancora divertente e ha retto perfettamente i venti e passa anni che si porta addosso. C’ha delle grandissime scene di lotta e, dulcis in fundo, riesce ad essere un ottimo adattamento; fedele alla storia del gioco. In definitiva, Street Fighter II The Animated Movie è il film nonché adattamento migliore che questo genere ha mai visto e probabilmente vedrà mai.

Bene, detto questo credo che anche per oggi sia tutto.

Stay Tuned ma sopratutto Stay Retro.

Summary
Review Date
Reviewed Item
Street Fighter II the animated movie
Author Rating
41star1star1star1stargray

Retronauta

Il Sotterraneo è la casa del Retronauta, il tuo amichevole ricordatore di quartiere.

3 thoughts to “Street Fighter II – The Animated Movie”

Rispondi