Re-Animator film 1985 poster e recensione

Re-Animator – Herbert West, rianimatore

Herbert West – Re-Animator, credo sia, insieme ai vari racconti de Il Ciclo di Cthulhu (Dagon, Il richiamo di Cthulhu, La maledizione di Yig, L’orrore di Dunwich ecc.) una delle opere più conosciute di H. P. Lovecraft. In questo senso, magari non sarà l’apice della sua carriera. Visto che Re-Animator fu uno dei pochissimi (forse l’unico, non ricordo sinceramente) racconti scritti su commissione per una rivista. Tuttavia, suppongo che la sua popolarità sia dovuta a una certa, come dire… peculiare caratteristica. Sebbene il precursore di questa idea fu Frankenstein di Mary Shelley, Herbert West – Re-Animator di Lovecraft ha contribuito a definire gli zombie nella cultura popolare. In particolare, i morti resuscitati sono incontrollabili. Per lo più muti, primitivi ed estremamente violenti. Anche se il termine zombie non viene mai utilizzato, Lovecraft anticipa di decenni la concezione, così come la intendiamo oggi, di morto vivente.

Ora, c’è da dire che gli anni ’80 so’ stati un periodo particolarmente vivace, per quel che riguarda il cinema horror. Tra grandi capolavori e film ma proprio scemi in culo, ne buttavano fuori veramente a nastro: dagli slasher come Nightmare e Venerdì 13, fino ai remake dell’epoca d’oro della fantascienza come Blob – Il fluido che uccide e La Mosca. Passando per fantasiosi mostrilli di ogni genere e tipo. Così, tanto per capirci, solo nel ’85 uscirono: Il Giorno degli Zombie. Il Ritorno dei Morti Viventi. Nightmare II. Ammazzavampiri, Demoni, Phenomena, Space Vampires, Re-Animator e n’altra tonnellata di film inutili da menzionare adesso. Va da sé quindi, che riuscire a emergere in un panorama talmente inflazionato, non era cosa da ridere. Eppure, Stuart Gordon col suo Re-Animator, ce l’ha fatta. Perché?

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

La storia del film comincia in Svizzera. Per la precisione, all’istituto di medicina dell’Università di Zurigo. La cui rinomata tranquillità, viene rotta da urla agghiaccianti. E no, non si tratta di uno studente che discute il voto.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

Piuttosto, sì. Si tratta di una questione fra studente e professore. Solo che lo studente in questione è Herbert West (Jeffrey Combs). Che semplicemente, sta tentando di riportare in vita il suo professore morto (probabilmente ucciso da lui), il Dr. Hans Gruber.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

Peccato che, come avrà modo di constatare la polizia accorsa sul luogo, i risultati siano un tantino discutibili. Ma tant’è. Per West, un cadavere urlante con gli occhi che scoppiano fuori dalle orbite è, più o meno, un successo.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

A ‘sto punto, visto che a quanto pare in Svizzera non ha più nulla da imparare, West si trasferisce in America. Iscrivendosi a medicina all’Università Miskatonic. Dove fa la conoscenza del rettore, il Dott. Alan Halsey (Robert Sampson). Il primario di neurochirurgia, il Dott. Carl Hill (David Gale) e la promessa della medicina, il giovane studente Dan Cain (Bruce Abbott).

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

Naturalmente, visto che il giovane Herbert da grande vuole fare il rianimatore, è chiaro che abbia concentrato tutti i suoi sforzi in questo senso. Perciò, forte delle sue conoscenze, non se ne perde manco una di occasione per prendersi a sputi e fischi col Dott. Hill.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

Quindi, dopo aver ragionevolmente dato dell’ignorante e ladro (per essersi appropriato di meriti non suoi) durante la lezione al suo professore, Herbert West si presenta a casa di Cain. Il quale, aveva messo un annuncio in bacheca, in cui avvisava che cercava un coinquilino. Nonché, qui fa anche la conoscenza di Megan Halsey (Barbara Crampton). Fidanzata di Cain, nonché figlia del rettore.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

Fra Herbert e Megan poi, è stato subito schifìo a prima vista. Con lei che sin dall’inizio, aveva sconsigliato al fidanzato di accettare West in casa perché estremamente inquietante. Tuttavia, la cosa fra i due degenera giusto un pochettino quando Megan scopre Rufus, il gatto di Dan, stecchito nel frigorifero della camera di West.

Re-Animator film Jeffrey Combs: Dr. Herbert West  Bruce Abbott: Dan Cain 1985 Stuart Gordon

Ciò nonostante, Herbert West è sì, un uomo ambiguo. Sì, inquietante. Ma anche incredibilmente convincente e persuasivo. Tant’è vero che Dan resta affascinato dalla sue teorie, quando West gli mostra i risultati che ha ottenuto, rianimando davanti a lui il gatto morto orrendamente mutilato.

Re-Animator film Jeffrey Combs: Dr. Herbert West  Bruce Abbott: Dan Cain 1985 Stuart Gordon

Dan ormai, s’è lasciato “assorbire”, da West. Tant’è che ha messo addirittura a rischio il suo futuro e la sua carriera pur di aiutarlo. Infatti, dopo aver cercato di raccontare al Dott. Halsey le miracolose scoperte di West, i due so’ stati uno sospeso e l’altro cacciato dall’università. Nonostante questo, comunque Dan aiuta Herbert a intrufolarsi nell’obitorio della facoltà.

Re-Animator film 1985 di Stuart Gordon recensione

In modo tale da dargli l’opportunità di provare il reagente su un soggetto umano. Almeno, spera Dan, nel caso funzioni potrebbe ancora salvare la sua carriera medica. Purtroppo per lui, il reagente che West inietta nel corpo di un cadavere, ha effetti peggiori di quello usato su Gruber. Difatti, il corpo torna in vita, certo. Ma come zombie frenetico, violento e iper-aggressivo.

Arrivati a questo punto, ci si avvicina al terzo atto. Il quale è una dolce discesa verso i rossi prati dello splatter. Con teste mozzate che tentano abusi sessuali. Nudità gratuite. Intestini che prendono vita e si muovono autonomamente. Insomma, tutto quello che si può desiderare e ci si aspetta da un film simile. Perciò, credo sia giunto il momento di passare a “La Domanda”: com’è ‘sto Re-Animator?

Essenzialmente, più su si diceva di come il panorama horror fosse abbastanza, sì… stracolmo peggio del secchio della mondezza dopo tre giorni, ecco. Perciò, certo non è che fosse cosa semplice riuscire a distinguersi, no? Quindi com’è che Re-Animator c’è riuscito?

Re-Animator film Jeffrey Combs: Dr. Herbert West

Fondamentalmente, Il Re-Animator di Stuart Gordon è un film horror corale. Che trova un ritmo e uno stile che lo fanno funzionare in modo sorprendente. E sinceramente, sono molto pochi i film su scienziati pazzi che funzionano così bene. In tutto questo, immagino che essendo l’opera prima di Stuart Gordon, la tentazione di fare qualcosa di “aggressivo” per imporsi sul genere, sia stato abbastanza forte. Intendo un po’ come fece Paul Morrissey in Frankenstein di Andy Warhol, no? Andare controcorrente (a tutti i costi anche) nel tentativo di distinguersi dalla massa. Fortunatamente però, Gordon non abbracciò il lato oscuro; quello che paradossalmente ti fa copiare altri nel tentativo di essere originale. Non so se mi spiego.

Al contrario, Gordon con Re-Animator abbraccia il genere e gioca con esso. Una riuscita amalgama di sesso, violenza e sì. Anche umorismo. In questo senso, vale più o meno lo stesso discorso fatto per Tremors. Cioè, l’uso intelligente del tongue-in-cheek. Un umorismo sottile, via di mezzo fra il serio e il faceto. Questo colpisce: il giusto equilibrio fra il film di genere, che rispetta archetipi e stilemi. Ma che comunque, non rinuncia a sottili prese in giro, senza mai scadere nell’autocompiacimento, prendendosi drammaticamente troppo sul serio.

Re-Animator film Jeffrey Combs: Dr. Herbert West

Ma il motivo principale per cui funziona, probabilmente è perché Gordon e lo sceneggiatore Dennis Paoli sono letteralmente innamorati di Lovecraft e dei personaggi che hanno creato. Mi spiego: Re-Animator di Gordon è un adattamento, ok? Tuttavia, per niente inerente al racconto originale. Ché è totalmente diverso. Nondimeno, il loro lavoro non è Lovecraft ma comunque “è Lovecraft”. Ciò che intendo dire è che poco importa la forma. Ciò che conta è la sostanza. Un adattamento, si può tranquillamente definire un fallimento quando trascende il materiale originale a cui s’ispira. Tradendolo e stravolgendone il significato. Vedi Silent Hill di Christophe Gans o Io Sono Leggenda con Will Smith, tanto per dirne un paio.

A differenza di questi film, Re-Animator seppur totalmente diverso nella, diciamo forma, non lo è per niente nella sostanza. A ogni modo, a parte questo, tutti i personaggi sono riuscitissimi, certo. Ma voglio spendere n’attimo ‘na parola su chi spicca fra tutti: Jeffrey Combs. N’altro tizio che come Bruce Campbell, a mio avviso, non ha mai ottenuto il giusto riconoscimento che meriterebbe senza se e senza ma. Perché Combs dà una tale, iconica performance, che il suo Herbert West, non solo ha catturato perfettamente l’essenza del West Lovecraftiano. Per di più, è l’uomo che ha ridefinito l’immagine dello scienziato pazzo per tutta una nuova generazione di appassionati dell’orrore.

Re-Animator II e III poster

A questo proposito, premesso il sottinteso che Re-Animator è un film assolutamente da vedere, voglio dire un’ultima cosa prima di concludere. Ovvero, grazie al successo del film originale, sono usciti due seguiti: Bride of Re-Animator e Beyond Re-Animator. Che di sicuro, non sono il massimo; intanto, vale comunque la pena di guardarli perché tutto sommato divertenti.

Re-Animator Dawn of the Re-Animator-comics

Piuttosto, ciò che farei io al posto vostro, sarebbe provare a recuperare, non dico tanto. Ma almeno una parte dei fumetti ispirati al Rianimatore.

Re-Animator Herbert West Rianimatore dynamite comic fumetti

Ce ne sono abbastanza in giro, d’accordo. Però magari, si potrebbe partire da questa miniserie in quattro numeri, pubblicata da Dynamite. Che se non sbaglio, dovrebbe essere uscita uno o due anni fa.

Bene. Detto questo, credo che anche per oggi sia tutto.

Stay Tuned ma sopratutto Stay Retro.

Re-Animator Trailer

Re-Animator

Titolo originale: Re-Animator

Regia: Stuart Gordon

Prodotto da: Brian Yuzna

Sceneggiatura di: Stuart Gordon
William J. Norris
Dennis Paoli

Basato su: Herbert West-Re-Animator
di HP Lovecraft

Starring: Bruce Abbott
Barbara Crampton
David Gale
Robert Sampson
Jeffrey Combs

Società di produzione: Re-Animator Productions

Distribuzione: Empire International Pictures

Data di uscita: 18 ottobre 1985

Summary
Review Date
Reviewed Item
Re-Animator
Author Rating
41star1star1star1stargray

Retronauta

Il Sotterraneo è la casa del Retronauta, il tuo amichevole ricordatore di quartiere.

One thought to “Re-Animator – Herbert West, rianimatore”

  1. a me piacque molto, riusciva bene ad amalgamare ciò che in quegli anni ci si aspettava dai film horror. i seguiti non li ho visti, questo però ha sempre una piccola parte nei miei ricordi

Rispondi